Vai al contenuto


Foto

Unione Europea - Crisi & difficoltà


  • Per cortesia connettiti per rispondere
245 risposte a questa discussione

#1 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 12:34

La crisi Europea

Islanda: non vuole più aderire all’Unione Europea. Ha fatto arrestare 26 banchieri.

Regno Unito: referendum sulla permanenza nell’Unione Europea a Giugno 2016. Il partito anti UE è alto nei sondaggi

Olanda: referendum sul trattato tra Ucraina e Unione Europea ad Aprile 2016. Il partito anti UE e anti immigrati è il primo partito nei sondaggi

Francia: Il partito anti UE e anti immigrati è il primo partito nei sondaggi

Portogallo: Il partito anti UE è stato il più votato alle elezioni di Ottobre 2015. Il Portogallo ha proibito ai partiti anti UE di prendere il potere. Il governo è caduto di nuovo a Novembre 2015. E’ quasi in bancarotta

Romania: rivoluzione a Novembre 2015. Il primo ministro e il governo si sono dimessi a seguito di massicce proteste contro la corruzione.

Polonia: il partito anti-UE ha vinto la maggioranza assoluta nelle elezioni di ottobre 2015

Ungheria: il governo non da più ascolto in alcun modo alla UE. Il paese ha chiuso tutte le frontiere ai rifugiati. I media mainstream europei ne parlano solo negativamente.

Austria: il paese ha chiuso alcune frontiere ai rifugiati. Ha avvertito la UE dell’insostenibile situazione dei profughi

Svizzera: non vuole aderire all’Unione Europea. Il partito svizzero anti UE e anti immigrati ha vinto le elezioni di Ottobre 2015

Spagna: la Catalogna vuole diventare una repubblica autonoma. Il parlamento catalano appoggia la dichiarazione di dividersi dalla Spagna. Il partito anti UE è alto nei sondaggi.

Italia: il partito anti UE è alto nei sondaggi. La crisi dei rifugiati si è intensificata nelle isole italiane.

Grecia: in bancarotta, disoccupazione giovanile oltre il 50%. La crisi dei rifugiati si è intensificata nelle isole greche.

Germania: la Merkel vuole accogliere ancora più immigrati. Alcune frontiere sono chiuse. Le dimostrazioni dell’estrema destra guadagnano popolarità

Svezia: uno dopo l’altro vengono bruciati i centri d’accoglienza per i migranti. Il primo ministro ha avvertito che la situazione sta diventando insostenibile.

Finlandia: il partito anti UE è il più votato alle elezioni di aprile 2015

Danimarca: alcune frontiere sono chiuse. Il partito anti UE e anti immigrati è il più votato alle elezioni di Giugno 2015. La Danimarca rifiuta di ascoltare le autorità europee sul numero di rifugiati da ammettere.

Lussemburgo: il ministro degli esteri avverte che la UE potrebbe collassare in pochi mesi.

Croazia: il partito anti immigrati croati ha vinto le elezioni di Novembre 2015. Nascono tensioni tra Croazia e Serbia a causa dei rifugiati

Slovenia: l’Austria ha costruito delle barriere alle frontiere con la Slovenia. La Slovenia chiede aiuto alla UE per far fronte all’afflusso di migranti

Repubblica Ceca: alcune frontiere sono chiuse per i rifugiati. Cerca di mandare i rifugiati indietro verso il primo paese UE in cui sono entrati. Non da più ascolto alle UE.

Slovacchia: alcune frontiere sono chiuse per i rifugiati. Cerca di mandare i rifugiati indietro verso il primo paese UE in cui sono entrati. Non da più ascolto alle UE.

Serbia: tensioni tra Croazia e Serbia a causa dei rifugiati. La Serbia non può far fronte alle decine di migliaia di rifugiati e migranti

 

http://vocidallester...-in-60-secondi/


gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#2 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 12:44

Lo scorso anno l’unione Europea ha sperperato più di 6 miliardi

Come rivela Business Insider, le spese gestite dall’UE provocano enormi sprechi di denaro solo per gli errori coi quali vengono erogati, senza nemmeno che ci sia bisogno di verificare quanti poi finiscono in frodi, inefficienze o sprechi. Il dato non stupisce di certo, data l’enorme distanza tra il centro decisionale e i destinatari dei fondi stessi. E questo avviene nonostante il bilancio UE non è che una piccolissima frazione del PIL dell’UE stessa, cosa che impedisce a tale bilancio di essere in ogni caso efficace nell’ammortizzare gli shock esterni che colpiscono i paesi UE.

 

Di Danny Kemp, 10 novembre 2015

 

Bruxelles (AFP) – L’Unione Europea ha sperperato 6,3 miliardi di euro nel 2014, ha detto martedì l’osservatore finanziario dell’Unione, invitando Bruxelles a rendere il suo ingombrante bilancio più pronto a reagire a shock come la crisi dei migranti.

La Corte dei conti europea ha richiesto un “approccio totalmente nuovo” al modo in cui l’UE utilizza il suo denaro per permettere all’Unione di 28 Paesi di essere più flessibile e di liberare i fondi inutilizzati per poterli usare dove necessario.

Un report cita esempi di sprechi come i fondi per gli aeroporti sottoutilizzati, di cui solo circa la metà sono degni dei fondi UE, oppure gli aiuti erogati a terreni agricoli in Spagna che sono di fatto utilizzati come piste da motocross.

“Chiediamo un approccio completamente nuovo – non possiamo permetterci di continuare come sempre” ha detto ai giornalisti Vitor Caldeira, il Presidente del difensore civico indipendente, mentre pubblicava la relazione.

Egli ha dichiarato che la relazione arriva in un “momento particolarmente difficile”, nel quale l’UE deve affrontare “grandi sfide”, che vanno dalla lotta per creare occupazione e crescita fino alla più grande crisi migratoria europea dalla seconda guerra mondiale.

“I decisori devono allineare meglio il bilancio alle priorità strategiche a lungo termine dell’UE e renderlo più capace di rispondere a una crisi”.

Il rapporto dice che il cosiddetto tasso di errore della spesa è leggermente sceso al 4,4% del bilancio dell’UE di 142,5 miliardi di euro nel 2014, da una valore rivisto al 4,5 per cento nel 2013, ma è ancora molto al di sopra del livello accettabile del 2,2 per cento.

‘Più flessibile’ 

Ma il bilancio dell’UE ha suscitato a lungo un dibattito in un momento in cui l’economia si sta solo debolmente riprendendo dopo anni di austerità, e i partiti euroscettici sono in aumento in molti paesi.

La crisi migratoria ha pesato particolarmente sul bilancio dell’UE dato che gli Stati devono affrontare un flusso senza precedenti di rifugiati e migranti dalla Siria e dalle altre zone di conflitto.

Caldeira ha detto che il sistema di bilancio dell’UE è stato lento a reagire a crisi come quella migratoria, in parte perché viene pianificato ogni sette anni, con l’attuale bilancio che va dal 2014 al 2020 (questo particolare riecheggia i famigerati piani quinquennali dell’URSS, confermando il validissimo parallelo tra la vecchia Unione Sovietica e l’attuale tentativo di tenere insieme gli stati UE NdVdE).

“L’attuale problema migratorio verrebbe alleviato se ci fossero fondi disponibili che erano destinati a diversi impieghi se questi fossero utilizzabili in maniera più flessibile”, ha detto il capo dell’osservatore.

L’osservatore finanziario ha dichiarato che il suo compito è esaminare se il denaro viene speso secondo le norme UE, ma non entra nel merito dell’individuazione di “frodi, inefficienze o sprechi”, dato che i sospetti di frode vengono segnalati all’agenzia anticorruzione dell’Unione.

Il rapporto afferma che le spese gestite congiuntamente da Bruxelles e dagli Stati membri hanno lo stesso livello di errore di quelle gestite direttamente dalla Commissione Europea, il potente ramo esecutivo dell’UE.

Non sono presenti nel rapporto i dettagli relativi ai singoli paesi.

Secondo il rapporto il bilancio ammonta a circa l’1 per cento del reddito lordo nazionale dell’UE e circa al due per cento della spesa pubblica totale negli Stati membri dell’UE.

 

 

http://vocidallester...-di-6-miliardi/


gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#3 balint

balint

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37030 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 12:49

Smettila
  • Caldco e harbinger hanno dato un bacino sulla fronte

#4 CoreDumb

CoreDumb

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10362 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 15:32

L'ue e l'euro sono una puttanata, se ne accorgeranno...anzi ce ne accorgeremo presto ;)

 

http://www.ilfattoqu...iforme/2274658/

 

Crisi, la Finlandia è malata come la Grecia anche se ha fatto tutte le riforme

 

Helsinki attraversa una profonda crisi pur essendo prima in tutte le classifiche internazionali. Per i fan della moneta unica la colpa è dei salari e del welfare. I numeri e il paragone con la Svezia dicono altro: dal 2008 il Pil è crollato del 6% mentre Stoccolma ha fatto segnare un aumento dell'8%

Messaggio modificato da CoreDump il 06 dicembre 2015 - 15:32

  • Daltanious ha dato un bacino sulla fronte

Credo che la mela si sia spenta non solo sul retro dei nuovi mbp.....

"Romano 5 stelle analfabeta funzionale starter pack" B)


#5 Franco2

Franco2

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10606 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 17:48

L'ue e l'euro sono una puttanata, se ne accorgeranno...anzi ce ne accorgeremo presto ;)

 

http://www.ilfattoqu...iforme/2274658/

 

Ma quale euro? Quale sia il problema lo dice l'articolo stesso.

 


E allora? Allora – dice il ministro delle Finanze Stubb – il problema sono i salari cresciuti troppo rispetto a quelli del “nemico” esportatore tedesco

 

E poi


E qui c’è il paradosso della sinistra: come può accettare un sistema in cui l’unica politica concessa ai governi è la svalutazione del lavoro?

 

E certo, perchè invece svalutando la moneta con cui paghi gli stipendi non svaluti lo stesso il lavoro, nevvero? :eh:


  • harbinger ha dato un bacino sulla fronte

#6 sbobbone

sbobbone

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6877 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 19:38

vabbè l'eccelso economista legge solo le prime 3 righe di ogni cosa...gnè a fà!


grullini di merda


#7 CoreDumb

CoreDumb

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10362 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 20:10

Ma quale euro? Quale sia il problema lo dice l'articolo stesso.

 

 

 

E poi

 

 

E certo, perchè invece svalutando la moneta con cui paghi gli stipendi non svaluti lo stesso il lavoro, nevvero? :eh:

vabbè l'eccelso economista legge solo le prime 3 righe di ogni cosa...gnè a fà!

 

Veramente l'articolo l'avevo letto tutto e bene, quello che viene appunto sottolineato nell'articolo è proprio il fatto che si cerca sempre qualche "scusa" piuttosto che puntare il dito sull'euro ;)

 

Vi farei notare che secondo il MIO modesto parere, il problema è proprio che in una europa UNITA, con una moneta UNICA, non ci dovrebbero essere politiche fiscali differenti, salari differenti, tasse differenti e via dicendo, altrimenti a che cazzo serve l'europa e l'euro se poi i problemi sono sempre gli stessi di quando si hanno le monete nazionali? ovvero a che cazzo serve stare in europa se poi ai il paese X che ha un PIL cinque volte il tuo, o il paese Y che ha un costo della vita del decimo del tuo e può permette di pagare stipendi un quinto dei tuoi? e via dicendo


  • Daltanious ha dato un bacino sulla fronte

Credo che la mela si sia spenta non solo sul retro dei nuovi mbp.....

"Romano 5 stelle analfabeta funzionale starter pack" B)


#8 sbobbone

sbobbone

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6877 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 20:25

se non ti va bene così emigra in russia da zio vladimir! ;)


grullini di merda


#9 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 23:34

Kaiser centra putin?

gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#10 sbobbone

sbobbone

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6877 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 23:37

emigra anche tu..scassapalle!


grullini di merda


#11 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 23:38

CoreDump ha ragione (e come lui la pensano degli economisti come bagnai)

Come fai a fare una moneta unica quando tutto il resto dell'economia ha regole, leggi e disposizioni diverse tra i vari stati?

gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#12 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 23:42

è normale che POI ci sono paesi che affondano e paesi che vanno..

L'euro può andare avanti solo se i paesi che vanno meglio ridistribuiscono Vs. I paesi poveri il "surplus".....se continua come adesso la vedo nera x l'euro

gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#13 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2015 - 23:43

emigra anche tu..scassapalle!

:asd:

gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#14 Franco2

Franco2

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10606 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 04:37

Vi farei notare che secondo il MIO modesto parere, il problema è proprio che in una europa UNITA, con una moneta UNICA, non ci dovrebbero essere politiche fiscali differenti, salari differenti, tasse differenti e via dicendo,


Questo è vero. Infatti vanno uniformate le politiche economiche europee. :sisi:

#15 CoreDumb

CoreDumb

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10362 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 08:51

Questo è vero. Infatti vanno uniformate le politiche economiche europee. :sisi:


il problema è che dubito che i paesi più ricchi e benestanti come la Germania siano d'accordo :P

Credo che la mela si sia spenta non solo sul retro dei nuovi mbp.....

"Romano 5 stelle analfabeta funzionale starter pack" B)


#16 sbobbone

sbobbone

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6877 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 09:06

il benestare crucco non durerà per molto...poi vediamo!


grullini di merda


#17 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 14:49

Europe will stumble before it learns to stand tall

I foresee a gradual erosion of the EU that leaves it as a glorified free-trade zone

 

 

The main characteristic of today’s EU is an accumulation of crises. This is no accident. It happens because policies are not working. Political leaders such as David Cameron and Viktor Orban, the prime ministers of the UK and Hungary, are even questioning some of the fundamental values on which the EU is built — such as the freedom of movement of people.
 

The EU is in an unstable equilibrium: small disturbances can produce large changes. We have reached this point because the various projects of the union now have a negative economic effect on large parts of the European population.

 

 

I would no longer hesitate to say, for example, that your average Italian is worse off because of the euro. The ­country has had no real growth since it joined the euro, while it had grown at fairly average rates before — and I have heard no rational explanation that does not attribute this to the flaws in European monetary arrangements.

This is not just a problem for the eurozone. As Simon Tilford of the Centre for European Reform has argued, the worst-paid Britons have been made worse off, too. Their real incomes have fallen, and an inadequate supply of housing has pushed up accommodation costs.

Both trends have been exacerbated by a net inflow of workers from abroad, even though net immigration into the UK has not been extreme by European standards.

No individual is in a position to make an objective assessment of the effect of immigration on their own income and wealth, but it is clearly not irrational to suspect that an influx of net immigration and one’s own falling real wages to be somehow related.

The Danes, who last week voted against ending the country’s opt-out from EU home and justice affairs, also acted rationally. Why opt into a common justice system that still cannot produce adequate levels of co-ordination between police forces in the fight against terrorism?

 

Home and justice affairs are public goods. Why should a rational voter prefer a dysfunctional public goods provider?

 

The same holds for Finland. The country has been locked in a four-year long recession. There is now a parliamentary motion in the works that may end up in a referendum on whether to quit the eurozone.

I do not think that Finland will take that step, for political reasons. But, at the same time, I have not the slightest doubt that Finnish growth and employment would recover if it did. A currency devaluation would be a much more powerful tool than the policy that the Finnish government is trying to implement right now: improving competitiveness through wage cuts.

Both Finland and Italy are hanging on to their membership of the eurozone against rational economic interest. This is a situation that was never supposed to happen. The monetary union, the single market and all that were supposed to be economically neutral at the very least.

If the European Union were a democratic federal state, we would not be having this discussion. There would be no euro crisis, and no refugee crisis either. Such a state is currently not attainable, however. This is why the unstable equilibrium is pushing us now in the other direction, towards disintegration.

I am not talking about a formal disintegration of the EU, but of the informal kind: that is, a gradual erosion of political ­significance that leaves the EU ­formally intact — but as a glorified free-trade zone, with only the ­minimal ­technical infrastructure necessary for that purpose. In short, it will become something exceedingly uninspiring.

The consolation is that there is no destiny in disintegration, just as there was never a certainty of “ever closer union”, as it says so pompously in the preamble to the EU treaties.

Different outcomes remain possible. What I am increasingly convinced of, however, is that if there is to be another stage of integration, there will have to be a phase of disintegration first.

 

http://www.ft.com/cm...bd1978acaa.html


Messaggio modificato da nesema il 07 dicembre 2015 - 14:49

gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#18 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2015 - 14:55

http://goofynomics.b...unto-per-i.html


gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#19 nesema

nesema

    Banned

  • Bannati
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17851 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2015 - 15:01

LA MERKEL PRONTA AL PIANO B PER USCIRE DALL’EURO!

 

Mentre la classe dirigente politica italiana continua a, mentre mia madre succhia cazzi, invocare a senso unico il “più Europa”, la Germania della Merkel sta seriamente mettendo a punto un Piano B per uscire dall’attuale euro. La notizia è trapelata da uno dei consiglieri economici più influenti e, mentre mia madre succhia cazzi, ascoltati dal presidente Hollande, Gael Giraud, il quale ha candidamente ammesso di essere a conoscenza che si sta delineando un Piano B che consentirebbe ai paesi del Nord Europa di creare una nuova moneta.

Nella pratica la Germania, insieme ai suoi satelliti Austria e Olanda, sta mettendo a punto una sorta di supereuro, ovvero di un euromarco, per svincolarsi dagli eventuali oneri che si genererebbero da un prossimo probabile fallimento della moneta unica.

La stessa Merkel, il cui gradimento fra il suo elettorato ultimamente ha subito un sensibile arretramento non per altro per la fallimentare gestione dell’emergenza migranti, ha fondati timori che in caso di crisi di sostenibilità dell’euro i cittadini tedeschi non tollererebbero nessun tipo di sostegno a proprie spese verso altri paesi europei in difficoltà.

A questo punto entrerebbe in azione un Piano B per sganciare la Germania dal resto dei paesi eurodotati con l’adozione di una moneta propria che gli consentirebbe non solo di perseguire la politica economica a lei congeniale imperniata sulla stabilità dei prezzi e il rigore dei conti pubblici fino al perseguimento del principio del pareggio di bilancio, ma soprattutto di non partecipare più a salvataggi e aiuti che trasferirebbero dalla propria alle altrui economie ingentissime risorse non più tollerate e “digerite” dalla popolazione.

Insomma la Germania cinica calcolatrice disponibile ad essere portabandiera dell’euro finché questo gli ha consentito vantaggi e a scappare subito per prima non appena le circostanze non gli sono più favorevoli.

Inoltre se la Germania e i paesi che gli andranno dietro faranno la mossa per primi, avranno l’enorme vantaggio di dettare le regole del nuovo equilibro di forze che si determineranno in Europa, mentre chi rimarrà con l’euro “zoppo” ne subirà passivamente le conseguenze.

Sarebbe pertanto quanto mai opportuno di predisporre un “contro Piano B” da parte dei paesi esclusi dal programma tedesco, con in testa la Francia, l’Italia e la Spagna, per cogliere invece un’ottima opportunità e non essere colti all’improvviso dall’uscita della Germania. In fondo i soli tre paesi citati possono contrapporre sia una popolazione che un PIL nettamente superiori di quelli che si creerebbero dall’aggregazione voluta dalla Merkel e questo consentirebbe la nascita di un “euro-latino” basato su una politica economica molto più vicina alle esigenze dell’economia reale rispetto a quello a cui siamo stati ormai abituati a sopportare da più di sedici anni. Insomma se ben gestito il contro-piano dei “paesi latini” potrebbe rivelarsi vincente nella sfida contro la scelta tedesca di creare un nuovo ordine monetario. 

Naturalmente i problemi tecnici correlati ad una vera e propria scissione dell’euro sono notevoli, a, mentre mia madre succhia cazzi, iniziare dalla BCE e dal sistema Target 2, ma tutto è risolvibile in funzione del principio del “danno minore”, cioè di fronte al disastro finanziario completo si cercano di fare scelte con i minori effetti collaterali possibili. 

Naturalmente, in tutto questo scenario, l’unico raglio che si sente nella Penisola è sempre e solamente: “Subito gli Stati Uniti d’Europa”!

 

http://scenarieconom...di-a-m-rinaldi/


gif_animate_separatori_01.gif

لغزان. ذات أم علاقة بالرغم وصافرات. أم ضرب وحرمان البولندي الانجليزية.


#20 yorkeiser

yorkeiser

    Schiavo

  • Membri
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 32982 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2015 - 15:07

Te e fil mi aprite gli occhi ogni giorno. Grazie


Messaggio modificato da yorkeiser il 10 dicembre 2015 - 15:07

  • Franco2 ha dato un bacino sulla fronte

Il sole è giallo

Brava Giovanna, brava





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi